L’educazione alla legalità a Siena: con le Contrade

Una piccola cosa per capire e per capirsi sul ruolo fondamentale che hanno le Contrade di Siena nel filare e tessere il sociale. E per allontanare una volta di più tutti coloro che polemicamente e inutilmente ne fanno oggetto di attacco.

A conclusione del progetto “Educazione alla Legalità”, giovedì 22 novembre alle ore 18 il Circolo culturale dei Battilana presenterà nei locali museali della Contrada della Torre, in via di Salicotto a Siena,  il libro con dvd “Dalla vigna estirpiamo la mafia” realizzato dai ragazzi disabili della Cooperativa Impegno Sociale di Siena.

Alla presentazione interverranno Michele Gagliardo del Gruppo Abele di Torino come relatore e il gruppo musicale “Dal nostro canto”, con canti popolari.

Il twittatore

Quarant’anni fa, oggi, moriva Ennio Flaiano, scrittore del novecento talmente italiano da non esserlo.

Un’intelligenza sopraffina lo portò a esprimere  assiomi validi nel tempo con la naturalezza con cui si alza gli occhi al cielo e si capisce che tempo fa.

“Se i popoli si conoscessero meglio si odierebbero di più” è di un’attualità abbagliante.

Oggi ci sono gli ebook. le edizioni economiche, le promozioni: lo si può leggere facilmente.

Capirlo a fondo è un’altra partita. Lui lo ha sempre saputo, ma non ne ha fatto una malattia: “il peggio che possa capitare a un genio è di essere compreso”.

L’avesse scritto oggi sarebbe si sarebbe preso almeno 20 retweet e altrettante stelline.

Il pensiero laterale di Beppe Viola

Stasera Rai3 ricorderà Beppe Viola a trent’anni dalla scomparsa.

Chissà se a questo maestro di giornalismo, ironia, pensiero, vita, piacerà il modo e il momento in cui lo faranno.

Vedremo.

Intanto, QUI c’è una sua piccola grande lezione di cosa deve essere il giornalismo, di come si deve pensare: sempre informati, ma anche lateralmente.

La perla del minuto 4:40 lo conferma.

Questo è stato Beppe Viola, un lateralista nato.

Che poi i lateralisti sarebbero (per dirla come una sua grande invenzione) quelli che sanno che troppo non vale mai la pena.